Quando richiedere un pronto intervento a casa?

A chi non è mai capitato un inconveniente ad apparecchi e domestiche nel bel mezzo della notte, o nei giorni festivi? Quando capita è una vera scocciatura, per fortuna esistono i servizi di pronto intervento casa dislocati in tutta Italia.

Perché chiamare un pronto intervento a casa?

Quando si decide di chiamare un pronto intervento domestico significa che la situazione non è delle più rosee. Possono essere varie le motivazioni. Di seguito vedremo le principali cause.

Pronto intervento fabbro

Sarebbe meglio chiamarne uno di fiducia, o per lo meno che sia vicino alla zona dell’abitazione. È un’emergenza, quindi più lontano sarà il fabbro, meno economica sarà l’uscita.

Apertura porta

Perdere le chiavi non è così comune come si possa immaginare. Alcune persone, per evitare questo inconveniente, lasciano chiavi di scorta ad amici e parenti, ma chi non lo fa? Per evitare danni ai serramenti, si chiamano i vigili del fuoco se c’è una situazione di pericolo, o il pronto intervento fabbro.
Per l’apertura della porta di casa, non ci metterà molto, il tempo dipenderà esclusivamente dalla bravura del fabbro e dal tipo di porta, che può essere blindata o meno.

Richiedere preventivo

È importante dare più informazioni possibili al telefono, in modo che arrivi già preparato per l’operazione da effettuare. Plausibile la richiesta anche di un preventivo, in modo da essere preparati alla spesa da affrontare.

Sostituzione serratura

Naturalmente dopo aver effettuato l’apertura della porta, il fabbro dovrà sostituire la serratura. È sicuramente la parte più dispendiosa dell’operazione, ma è necessaria per evitare che ladri e malintenzionati possano entrare con facilità nell’abitazione. Il costo cambia a seconda del tipo di serratura: da pochi euro per una serratura semplice a costi elevati per porte blindate.

Pronto intervento idraulico

Conoscendo le tariffe delle emergenze idrauliche, si tende a procrastinare e rimandare l’intervento: purtroppo ci sono casi in cui è impossibile, e di conseguenza bisogna agire subito.

Rottura degli impianti

La causa principale delle chiamate al pronto intervento idraulico è la rottura di tubature ed impianti. In base al danno più o meno grave, possono susseguirsi problemi strutturali all’intera casa. Per prima cosa chiudere subito il rubinetto centrale, per evitare che l’acqua affluisca ancora dalla falla.
Naturalmente per poter riutilizzare gli impianti, è necessario il pronto intervento: non è pensabile rimanere giorni senza poter utilizzare il bagno o la cucina.

Tubature intasate

Anche le acque reflue che risalgono sono un gran problema da affrontare. Se si presentano, significa che le condutture sono intasate. Non agire prontamente, porterebbe a problemi non solo idraulici, ma di salute.

Rottura dei termosifoni

Nei mesi invernali è un’emergenza anche la rottura o il malfunzionamento dei caloriferi. Non è pensabile poter vivere senza riscaldamento, non solo per scaldarsi, ma per proteggere la propria abitazione dai danni collaterali dovuti al gelo, tra cui spaccature di tubi e, se il problema non viene risolto in breve tempo, problemi dovuti all’umidità.

Pronto intervento elettricista

Ricorrere all’elettricista ha un costo non indifferente in situazione normale, quindi si cerca di evitarlo in caso di emergenza. Ma esistono dei buoni motivi per richiederne il pronto intervento.

Salvavita che scatta

Il problema che richiede un pronto intervento immediato è il blocco salvavita del contatore. Quando scatta, significa che qualche elettrodomestico ha un’anomalia. Rimanere senza corrente per un periodo prolungato può causare un danno dipendente. Per esempio, la mancata erogazione di corrente, può far sciogliere gli alimenti congelati in freezer. A volte basterebbe isolare l’elettrodomestico fallato, ma è rischioso se non si sa dove mettere le mani. Scegliere un elettricista qualificato rilascerà anche un certificato di idoneità degli apparecchi.

Fonti citate www.laleggepertutti.it

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.