Idee salvaspazio per arredare una casa piccolissima

Oggi, con questo articoli, vogliamo fornire una serie di idee su come arredare una casa piccolissima. Niente di più sbagliato è pensare che una casa piccola non possa essere capiente! Basta saper organizzare gli spazi e sfruttare al meglio i volumi, per trasformare anche piccoli monolocali o bilocali in strutture funzionali e molto accoglienti.

Ed in particolare sempre più architetti si ritrovano ad organizzare case piccolissime, sfruttando al meglio le tendenze del momento per creare effetti scenici e recuperare spazi angusti, cercando di renderli funzionali.

Ecco alcune idee salvaspazio utili per arredare una casa piccolissima e per sfruttare al meglio ogni zona dell’abitazione, ottenendo risultati incredibili anche dal punto di vista estetico. Seguendo le ultime tendenze in fatto di Interior Design, infatti, i colori chiari, le porte a filo muro, le vetrate, i mobili senza maniglie sono solo alcuni di quei particolari che modernizzano l’ambiente e consentono di allargare le prospettive strutturali di abitazioni anche di soli 50 – 80 metri quadrati.

Come arredare una casa piccolissima

L’ingresso ed il soggiorno

Quando lo spazio disponibile è poco, è fondamentale saperlo organizzare così da renderlo funzionale anche per più finalità. Ecco quindi che l’ingresso si può fondere con il soggiorno per svilupparsi in un unico ambiente con duplice funzionalità. L’impatto è quello di un open space che conferisce spazio alla vista e di gusto moderno.

A ridosso della porta di ingresso si possono ricavare delle nicchie a tutta parete da sfruttare come appendiabiti: si può quindi eliminare l’armadio usato come guardaroba classico, sporgente, sostituendolo con uno spazio ritagliato nel muro, con la stessa funzionalità.

Aggiungendo piccoli faretti ad incasso sul top della nicchia, si contribuisce ad illuminare il guardaroba, senza appesantire l’ambiente e conferendogli nel contempo un buon effetto scenografico, che si può amplificare proponendo la stessa illuminazione sulla zona divano: in questo modo si da continuità all’unica stanza, pur distinguendo le funzionalità delle zone.

Altro elemento utile in ingresso è lo specchio: quando si sta per arredare una casa piccolissima è consigliabile predisporre questo complemento d’arredo a muro, così da aumentare la sensazione di profondità dell’ambiente, senza togliere spazio calpestabile.

Il divano in una abitazione non può mai mancare: la zona relax durante la giornata è irrinunciabile anche in piccoli ambienti. Ecco quindi che il divano può essere realizzato su misura, sfruttando piccoli spazi di recupero tra la cucina e la finestra, oppure può trasformarsi in un comodo letto per la notte, se si sceglie di acquistare un divano-letto, idea consigliabile in un monolocale.

Se proprio il divano non si riesce ad inserire, si può pensare di crearlo sfruttando i davanzali: pronunciando maggiormente, infatti, la nicchia della finestra, e creando uno spazio in muratura sotto i vetri, si può arricchire la rientranza creata con un materassino e completarla con dei cuscini.

La cucina

Le cucine moderne seguono linee pulite e semplici, facilmente inseribili dal punto di vista estetico in piccoli spazi.
Le ante a scomparsa, con apertura push and pull, limitano gli ingombri; i tavoli da cucina sono preferibili estraibili.

Questo significa che un semplice ripiano, inserito nel mobile, può essere allungabile tanto da diventare un tavolo a tutti gli effetti e richiuso quando non utilizzato.
Le sedie pieghevoli consentono di limitare gli ingombri quando non sfruttate, così come gli elettrodomestici ad incasso garantiscono un’ottima funzionalità pur senza essere in vista.

Il bagno

Nel bagno i mobili da parete in sospensione, limitano gli ingombri e seguono le ultime tendenze del momento anche in termini di montaggio dei sanitari: sospesi e non a pavimento, consentono una più comoda pulizia e alleggeriscono l’effetto in uno spazio piccolo.

Sicuramente consigliabile in un bagno dalle ridotte dimensioni è l’allestimento di una doccia al posto della vasca, possibilmente con anta di ingresso in vetro, per non creare ostacoli alla vista, ma mantenere un’unica continuità della stanza bagno.

Un’idea interessante per incrementare gli spazi è quella di sfruttare l’antibagno attrezzandolo con una armadiatura a tutta parete, utile per riporre la biancheria e le asciugamani.

La camera da letto

Se gli spazi sono ridotti, oltre all’utilizzo del classico divano letto, gli architetti si sbizzarriscono a proporre soluzioni innovative per la notte.
A seconda del budget che si ha a disposizione, il letto può scomparire in una struttura a muro, incassata in un mobile, così come essere inserita in un binario che si può calare dal soffitto al bisogno!

Sfruttando le altezze, il letto può essere ricavato su di un soppalco, ideato sopra il corridoio, oppure sotto il mobile della cucina.
Viene raggiunto con una scala, che a sua volta può essere studiata per diventare un comodo contenitore.
E se l’armadio non può essere contestualizzato?
Ecco che le scale diventano elementi utili per il recupero dello spazio: ogni gradino può diventare un cassetto o essere adibito a mobile per vestiti, seguendo l’andamento della scala soprastante.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *