Come profumare la casa in modo naturale

Soprattutto durante il periodo invernale, quando minori sono le occasioni, per arieggiare le stanze, può essere necessario intervenire per profumare la casa.

In commercio esistono moltissimi deodoranti atti allo scopo, ma chi è più attento all’ambiente e preferisce indirizzarsi verso rimedi naturali, ha ugualmente la possibilità di raggiungere lo scopo prefissato.

Prima di vedere un po’ più nel dettaglio sia i rimedi più antichi, sia le nuove tendenze, può essere opportuno ricordare che, prima di procedere a profumare gli ambienti è necessario rimuovere quanto più possibile tutti gli elementi che provocano fastidiosi odori; prima di tutto è necessario agire sulla spazzatura e lavare spesso i bidoni che la contengono.

Oltre alla spazzatura contribuiscono in maniera decisa al cattivo odore casalingo anche cuscini e tendaggi che, soprattutto nel periodo invernale, vanno lavati un po’ più spesso.

Importantissimo, anche se rigide temperature invernali non invoglierebbero a farlo, è arieggiare gli ambienti quotidianamente anche solo per pochi minuti.

Dopo aver agito alla fonte, ci si può sbizzarrire adottando il profumatore naturale con l’essenza più gradita e più adatto alle nostre esigenze.

I rimedi della nonna per profumare la casa in modo naturale

Il bicarbonato

Il bicarbonato è un ottimo assorbi odori; il suo utilizzo ha molteplici aspetti. Versato puro in un piccolo contenitore laddove serve maggiormente, riesce ad intrappolare anche gli odori più persistenti. Ottimamente indicato per i bidoni della spazzatura, le lettiere, gli scarichi, agisce perfettamente anche in ambienti più grandi.

Può essere inoltre utilizzato come vero e proprio profumatore naturale: occorre prendere un barattolino e riempirlo fino all’orlo di bicarbonato al quale si andrà ad aggiungere non più di qualche goccia dell’olio essenziale preferito. Grazie a qualche buchino fatto sul coperchio, l’effluvio potrà inondare tutta la casa.

La carta di Eritrea

Si tratta di antico profumatore naturale il cui nome rimanda all’origine esotica del prodotto. Viene realizzata polverizzando in un mortaio un numero considerevole di resine che vengono sciolte mediante immersione in alcool vegetale. Al termine dell’operazione vengono mescolati degli oli essenziali.
Al composto così ottenuto viene aggiunto un foglio di carta; con la l’asciugatura si procede al taglio della sostanza che viene ancora oggi come delizioso profumatore naturale.

L’utilizzo della Carta d’Eritea è semplicissimo. E’ sufficiente poggiare un foglietto in un piattino, accenderne un angolo e lasciare bruciare lentamente.

Man mano che si consuma, un delizioso profumo d’Africa riempirà gli ambienti domestici.

Le bucce di mandarini

Sistemare le bucce di arance e mandarini su una stufa a legna o su un caminetto non allieta soltanto le narici con un particolare aroma di agrumi, ma rievoca ricordi dell’infanzia.

Un tempo le nonne erano solite ricorrere a questo espediente per profumare naturalmente la casa; oggi, complice la minor diffusione di stufe e camini, l’usanza si è perduta. Ma per chi volesse provare, può tagliare a fettine sottile le bucce e posizionarle sui termosifoni; il risultato sarà comunque piacevole e duraturo.

Nuove idee per profumare la casa in modo naturale

Sarà sufficiente aggiungere un po’ di pazienza e di manualità ad una piccola dose di inventiva per creare dei meravigliosi profumatori naturali che possono diventare degli inediti complementi d’arredo.

Centrotavola in legno

Appoggiare in salotto un centro tavola realizzato artigianalmente è un’idea assai originale; è sufficiente tagliuzzare dei pezzettini di corteccia di alberi profumati come il sandalo od il cedro, cospargerli di 2 o 3 gocce di essenza, appoggiarli in piatto esotico ed il gioco è fatto. Oltre ad arredare la casa, il centro tavola, rimanderà a profumi deliziosi riempiendo gli ambienti domestici.

Essiccare i fiori

Non è necessario essere degli esperti fitoterapici per conoscere le molteplici proprietà delle piante. Essiccare un mazzo di fiori (profumatissimo come quello alla lavanda) e riporlo in un vaso sarà una magnifica idea ed un ottimo profumatore naturale.
Sempre seguendo questa idea e seccando petali di fori, è possibile creare un potpurri artigianale che diffonderà effluvi deliziosi e potrà trovare collocazione ottimale nella stanza da bagno.

Creare delle essenze concentrate da utilizzare nei diffusori

Esistono in commercio dei diffusori di aroma molto carini e a basso costo. Preparando in casa degli estratti concentrati a base delle materie prime preferite, si otterranno risultati inaspettati. L’estratto si realizza lasciando in macerazione nella vodka per una quindicina di giorni, la spezia che si predilige (può essere la vaniglia, ma anche la cannella o il caffè).

Decorso il tempo di macerazione, il liquido scuro che si è creato è profumatissimo. Ponendone un cucchiaio nel piattino del diffusore con un filo d’acqua ed accendendo la candelina posta sotto, si genera un processo di evaporazione del liquido che inonderà la casa di profumi meravigliosi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *